I 3 post più popolari

venerdì 24 maggio 2019

I top consigli per cercare lavoro nelle farm

I migliori consigli per cercare lavoro nelle farm sono sempre quelli che provengono da persone che hanno personalmente fatto l'esperienza. 


Quindi, in generale diffidate da chi vi consiglia cose per sentito dire.

Lavorare nelle farm in Australia
Immagine di Roberto, creatore del
blog, in una farm a Walkamin
(Atherton Tablelands, Far North QLD)
In questo post voglio condividere con tutti quali sono i miei top 10 consigli per trovare lavoro in una farm, ovviamente in base alla mia esperienza diretta!

Primo consiglio: Comprare un mezzo di trasporto (van o station wagon) appena arrivati in Australia
Come già avete forse letto nel mio blog, avere un mezzo di trasporto è essenziale per trovare lavoro nelle farm. Dunque, quando pianificate il vostro viaggio in Australia mettete a budget tra i $2,000 e i $4,000 per comprarvi una station wagon (più economica) o un van (un po' più costoso ma più comodo di una macchina). Non vedete questo come un costo, ma piuttosto come un investimento perché vi permetterà di risparmiare un sacco di soldi di accommodation e trasporti. Inoltre, quando lascerete l'Australia riuscirete a vendere il mezzo e avere almeno l'80% di quello che avevate speso.

Secondo consiglio: Non cercate lavoro in più di tre persone
Sebbene fare un esperienza del genere con amici possa essere fantastico, quando si parla di lavoro nelle farm tenete conto che non è sempre facile trovare lavoro per 4-5 persone nello stesso momento, nella stessa farm e nello stesso paese. Per cui presto potrebbe diventare frustrante il fatto che due persone lavorano e le altre no. E poi come si fa a decidere chi prende un lavoro quando si viaggia insieme?
Il mio consiglio è viaggiare in due persone, al massimo tre. In questo modo è più semplice lavorare nella stessa farm, per esempio un ragazzo può essere impiegato nel picking e una ragazza nel packing. Inoltre, si risparmiano soldi nel dormire poiché se si segue il mio primo consiglio si può stare tranquillamente nel van o nella macchina in 2 persone.

Terzo consiglio: Documentatevi sulle stagioni di raccolta
A questo link potete trovare l'edizione del 2012 della National Harvest Guide che vi da delle indicazioni sui periodi di raccolta e altri numeri utili da chiamare.

Quarto consiglio: Non affidatevi ad agenzie o ostelli
Conti alla mano non credo sia conveniente affidarsi ad un ostello quando si vuole lavorare in farm. Gli ostelli offrono accommodation e fanno da intermediari con i farmer che hanno bisogno di manodopera.
In media una settimana in ostello inclusiva di stanza da condividere con almeno altre 4 persone, servizio trova lavoro, e trasporto alle e dalle farm costa $180. Moltiplicato per 16 settimane (4 mesi) che sono necessarie per fare gli 88 giorni di farm sono $2,880.
Se siete fortunati che lavorate 5 giorni alla settimana, 8 ore al giorno, per 4 mesi ad una media di $18 all'ora guadagnerete $11,520, che tolto il 30% di tasse sono $8,064 netti.
Dunque tra guadagni del lavoro e costi di ostello avreste un netto di $5,184 in 4 mesi. Può sembrare tanto perché corrispondono a €3,900, ma a questi soldi poi dovete togliere le spese per mangiare e considerare che per 4 mesi siete dipendenti completamente dall'ostello.

Nella maggior parte dei casi l'ostello non riesce a farvi lavorare consecutivamente per tutti i 4 mesi e dunque dovete spostarvi in posti nuovi, in altri ostelli. Dunque aumentate le spese relative al trasporto.

Morale della favola, i $2,880 che spendereste per dormire in ostello potreste investirli per comprare un mezzo con un altra persona. Con $1,500-2,000 a testa vi prendere un van e partite alla ricerca delle farm. In questo modo è molto più probabile che lavorerete sempre, anche più di 5 giorni alla settimana per cui il vostro saldo attivo alla fine dei 4 mesi sarà superiore e in più magari avrete viaggiato di più nelle aree dove lavorate. E alla fine della vostra esperienza di farm vi rimarrà un mezzo per girare l'Australia e recupererete pure i soldi spesi per l'auto o il van prima di ritornare in Italia.

Quinto consiglio: Prendete il considerazione il Wwoofing
Il wwoofing è simile al lavoro in farm, anzi è in effetti un lavoro in farm con la differenza che si fa come volontario in cambio di vitto e alloggio, e da luglio 2012, i wwoofers che lavorano per il secondo WHV devono lavorare tra le 35 e le 40 ore settimanali (Ringrazio Kat, membro del gruppo Italiani a Brisbane, per avermi fornito questa ultima informazione! Ho anche controllato il numero di ore settimanali sul sito ufficiale del Wwoofing Australia). I giorni di wwoofing contano per il rinnovo del Working Holiday Visa. Visitate il sito www.wwoof.com.au per maggiori informazioni.

Sesto consiglio: Non perdete tempo a cercare annunci di lavori in farm su Internet
Le farm sono delle aziende agricole, di gente fantastica ma che diciamo che vivendo in campagna in zone a volte remote non è proprio così tanto al passo con la tecnologia. Quindi non aspettatevi di trovare annunci di farmer che cercano lavoratori. Armatevi di spirito di avventura e andate a cercare "sul campo" lavoro.

Settimo consiglio: Lo sapevate che ci sono anche altri lavori che vi possono far ottenere il Secondo Working Holiday?
Per ottenere il Secondo Working Holiday Visa si può fare il wwoofing, ma non solo anche lavorare nei pescherecci, o come muratori, carpentieri o nelle miniere in zone remote dell'Australia (regional areas).

Ottavo consiglio: Accettate i consigli di chi ha già lavorato in farm
Il consiglio di un amico o conoscente che ha fatto direttamente la farm è come l'oro. Fatevi raccontare le loro esperienze e vi aiuterà a prepararvi a quello che vi aspetta.

Nono consiglio: Se dovete fare gli 88 giorni per rinnovare il visto tenetevi almeno 4 mesi per raggiungerli
Come detto in precedenza, è meglio tenersi un po' larghi con it tempi i modo da non avere problemi a fare gli 88 giorni. Fate le farm appena arrivare in Australia e poi avete altri 8 mesi da godervi viaggiando o cercando opportunità lavorative!

Decimo consiglio: come si conteggiano gli 88 giorni di farm?
Lo sapevate che se i weekend non lavorate contano lo stesso per gli 88 giorni?

Esempio pratico: se iniziate a lavorare lunedì 28 gennaio 2013 e finite il mercoledì 6 marzo 2013, e lavorate dal lunedì al venerdì, avrete un totale di 39 giorni maturati poiché contano anche i sabati e le domeniche.

Undicesimo consiglio (grazie Marta per la segnalazione): controllare che lo ZIP CODE di dove si trova la farm sia incluso nella Regional Australian Postcode List. 
Consulta la lista completa a questo link.

Leggi anche l'articolo sul "come cercare lavoro nelle farm"

giovedì 20 settembre 2018

Tour 2018 di seminari sull'Australia nelle Università Italiane

Finalmente il 5 ottobre 2018 inizia il tour di seminari GRATUITI dedicati all'Australia e alle sue opportunità (e rischi) in alcune delle principali Università italiane: Macerata, Napoli, Venezia, Milano, Cagliari e Pisa.



Un calendario fitto di eventi che vedrà il team dello Studio "Miller & Co Lawyers & Migration Agent" (www.visa-australia.legal) presenziare davanti a studenti e non delle suddette università.

Il seminario sarà presentato dall'Avvocato e Migration Agent Edward Miller in collaborazione con Elizabeth Montalto, rappresentate dello Studio.

ARGOMENTI DEL SEMINARIO:


  • Situazione lavorativa in Australia
  • Destinazioni e stile di vita
  • Opportunità di studio
  • Situazione immigrazione e introduzione alle diverse tipologie di visti Australiani
    • Work Visa
    • Student Visa
    • Permanent Residency
  • Infine sarà concesso ampio spazio alle domande & risposte.
Per maggiori informazioni scrivere a:

  • Edward Miller e Elizabeth Montalto: info@visa-australia.legal
  • Roberto Voltolina: roberto@studychoiceaustralia.com

Website: www.visa-australia.legal

PRENOTA GRATIS I BIGLIETTI NEL SEMINARIO PIU' VICINO A CASA TUA

Venerdì 5 ottobre 2018 - ore 10.00-12.00

Lunedì 8 ottobre 2018 - ore 15.30-17.30


Martedì 9 ottobre 2018 - ore 10.00-12.00


Mercoledì 10 ottobre 2018 - ore 10.00-12.00


Giovedì 11 ottobre 2018 - ore 14.30-16.30

 

Venerdì 12 ottobre 2018 - ore 9.00-11.30



giovedì 30 agosto 2018

Lasciati ispirare da questo fantastico video

Trovo questo video a dir poco eccezionale! E mi ritrovo molto in questo video e lo voglio condividere con tutti voi che mi seguite dal 2010, anno in cui ho iniziato l'avventura di questo blog e che ancora tanto mi emoziona!

Il video parla da solo quindi non devo aggiungere nulla. Vi chiedo solo di lasciare un commento e di condividere la questa pagina del mio blog sul vostro profilo Facebook!


mercoledì 29 agosto 2018

Transferwise per bonifici internazionali economici e sicuri

Tra le tante domande che ricevo, una delle più gettonate è relativa al trasferimento di soldi in Australia/Italia. Ormai è risaputo: un bonifico internazionale con le banche tradizionali è molto costoso. Pronto a scoprire come tenerti in tasca più soldi?


Ci sono diversi sistemi per effettuare trasferimenti internazionali online, ma come sempre io suggerisco solo quelli usati da me personalmente perché ho la certezza che funzionano e sono sicuri.

Le banche addebbitano fino al 5% di costi di commissione. Pazzesco! 

Perché regalare i tuoi soldi alle banche? Non stanno meglio in tasca per spenderli come vuoi?

Inviare soldi all’estero non dovrebbe essere così costoso e complicato. Per questa ragione ti consiglio Transferwise.


Nella mia esperienza mi sono trovato sia nella situazione di inviare soldi dal mio conto italiano al mio conto australiano, e viceversa.

In più in diverse occasioni prenotando delle accommodation mi è stato chiesto di fare un bonifico all'estero.

Inoltre indirettamente i miei studenti mi chiedono come pagare le rate dei college australiani dal loro conto italiano o da quello dei loro genitori.

Quando si effettua un pagamento in valute diverse dal conto di appartenenza la transazione bancaria tradizionale ha dei costi elevati. Magari su cifre basse non sono rilevanti, ma quando ci si trova a pagare da 1000 euro o dollari australiani in su mi dà veramente fastidio perdere 50-70 euro/AUD!

Per fortuna ho iniziato ad usare Transferwise! Si tratta di un modo efficiente ed economico per effettuare trasferimenti spendendo fino a 8 volte in meno che nelle banche tradizionali!

Oggi mercoledì 29 agosto 2018 sto controllando quanto mi costerebbe trasferire 5000 AUD dal mio conto australiano al mio conto italiano, e questo è il risultato:
  • con la mia banca australiana trasferendo 5000 AUD arriverebbero 2965 euro nel mio conto italiano;
  • con Transferwise trasferendo 5000 AUD arriverebbero 3113,52 euro nel mio conto italiano.

C'è una differenza di 148,52 euro (235 AUD)!!!!! SONO UN SACCO DI SOLDI SECONDO ME!

Io penso non ci siano altre motivazioni da dare per utilizzare Transferwise. E' comodo, facile, sicuro, veloce, efficiente ed economico.


Ti invito a visitare direttamente il sito www.transferwise.com/it/ per creare un account ed iniziare a risparmiare soldi quando fai dei trasferimenti internazionali.

Di seguito non riporto i passi da seguire per usare Transferwise perché nel loro sito è tutto così semplice ed immediato.

venerdì 24 agosto 2018

Curriculum australiano per lavori in Hospitality

La ricerca di qualsiasi lavoro parte sempre dalla redazione di un curriculum e sembra banale, ma l'insuccesso nel trovare un lavoro dipende spesso e volentieri proprio da un pessimo CV.

Un'altra premessa che ci tengo a fare è che non esiste un format unico da utilizzare, ma nel corso degli anni posso dire che in base alla mia esperienza c'è un modello che è risultato migliore di altri.

Foto durante la Waiters Race 2012 di Ipswich (QLD)
durante Italian Week www.italianweek.com.au
Grazie al mio lavoro di Student Counsellor presso le Education Agency e attraverso gli anni di lavoro su questo blog, sono stato in contatto con almeno 300 persone che direttamente mi hanno chiesto consiglio su come scrivere un CV.

Il format che propongo è valido per i lavori nell'Hospitality, quindi per lavori come:
  • cameriere,
  • runner,
  • kitchen hand,
  • cuoco,
  • aiuto cuoco,
  • pasticciere, 
  • etc.

Ultima premessa: il format europeo in Australia non si usa, perché lo dice la parola stessa che è un formato per l'Europa. Poi aggiungo anche che personalmente non lo utilizzerei neanche in Europa perché è un modello che standardizza i candidati e che fa diventare lungo 5-6 pagine il curriculum!

In fondo l'obiettivo del CV non è quello di farsi assumere, ma di guadagnarsi una opportunità per fare un colloquio dove in quel momento davvero ci si giocano le proprie possibilità di prendere il lavoro.


Ma tornando al format che propongo a chi cerca lavoro nell'Hospitality in Australia, gli elementi essenziali sono:
  1. Contatti personali (email e mobile number) bene in vista nella parte iniziale del CV;
  2. Disponibilità di giorni e orari per i turni di lavoro;
  3. Competenze principali ben in vista ancora prima di elencare le esperienze di lavoro;
  4. Certificati o licenze ancora prima di elencare le esperienze di lavoro.
Già mettendo in evidenza questi primi 4 elementi, un datore di lavoro dando una veloce occhiata al CV comprende cosa effettivamente sa fare un candidato.

Successivamente si elencheranno in modo sintetico le esperienze di lavoro indicando in grassetto e maiuscolo la mansione svolte (esempio: Waiter/Waitress) e il periodo di lavoro. Poi si indica il luogo e il nome del ristorante.

NB: in un CV per l'Hospitality è inutile scrivere esperienze di lavoro non inerenti o troppo specialistiche come (ingegnere, ragioniere, etc.).

Il CV si conclude elencando le proprie qualifiche, senza dare troppo risalto se si hanno 3 lauree poiché anche in questo caso se non sono rilevanti per il lavoro che si sta cercando è meglio ometterle.

Infine si possono dare delle informazioni sul proprio livello di inglese e sulle proprie passioni, meglio se inerenti al mondo della cucina o vini per esempio. 

Vuoi ricevere il modello di CV per l'Hospitality in formato Word da modificare facilmente? 

Scrivimi a roberto@studychoiceaustralia.com e te lo invierò immediatamente.

Contattami subito per una consulenza gratuita!

Nome

Email *

Messaggio *