I 3 post più popolari

martedì 15 aprile 2014

Perché non guidare di notte in Australia

Viaggiare di notte sulle strade australiane è stato uno dei miei incubi dopo aver avuto un'esperienza poco piacevole quando facevo la East Coast da Cairns in direzione Brisbane. In questo articolo alcuni buoni motivi per non guidare di notte!

Finché non si vivono esperienze poco piacevoli si pensa sempre che non possano succedere a noi. Nonostante consigli e raccomandazioni, prima o poi si finisce per guidare di notte in Australia e magari poi pentirsene.

Ci sono diversi motivi per i quali non è raccomandabile guidare di notte con un van o con una macchina e spero che prendiate sul serio questo consiglio.

Prima di elencare le motivazioni, voglio però raccontare un breve aneddoto che mi è successo nel 2010 quando durante un mio viaggio con il mio van Mitsubishi Express stavo scendendo il Queensland verso Brisbane.

Dopo un giorno di viaggio, io e la mia ragazza ci eravamo fermati ad Ingham (dove c’è una grossa comunità italiana tra l’altro) per cenare e poi ripartire e per fare gli ultimi 30 km della giornata e fermarsi in un’area di sosta per la notte. 

Dopo circa 20 minuti di guida, musica e chiacchere ci accorgiamo che la strada si faceva sempre più stretta, buia e meno abitata. Il che non ci soprese più di tanto visto che si fanno anche decine di chilometri senza vedere nulla se non campi coltivati. Ma essendo notte ed assolutamente tutto buio, noi vedevamo solo la strada. Dopo un po’ ci rendiamo conto di essere su una strada sbagliata poiché era diventata una strada di terriccio, al che svoltiamo e torniamo indietro. 

Tra una cosa e l’altra avevamo fatto circa 30 km. A quel punto sale un po’ di panico perché la benzina non era molta e in più avevo notato che le luci del van si stavano affievolendo il che mi indicava un problema di batteria. Dopo alcuni minuti il van inizia a singhiozzare e avevo capito che non sarebbe andato avanti ancora per molto, sicché ho preso la decisione di fermarmi alla prima casa che avrei incontrato, sicuro che il mattino dopo avremmo potuto ricevere aiuto. 

Infatti, dopo essermi fermato e spento il van, questo non voleva più saperne di ripartire visto che la batteria era completamente “flat” (a terra). 

A quel punto escono i padroni di casa, una coppia sui 60 anni che un po’ allarmati chiedono “chi va la?”. Noi spieghiamo che avevamo un guasto, e l’uomo (secondo me dopo aver riposto il fucile) ci aiuta a mettere il van fuori dalla carreggiata e ci dice di dormire e che il mattino seguente ci avrebbe aiutato. 

La cosa sì è risolta facendoci ripartire il van, offrendoci la colazione e chiedendoci “why did you drive on this road last night?”. Bella domanda! Che poi tornati al punto di partenza ci siamo resi conto dove avevamo sbagliato strada. Ad un semaforo invece di girare a sinistra avevamo proseguito dritto, facendo alla fine 40 km in direzione totalmente opposta nell’interno delle campagne.

Da quel giorno, di notte non ho più guidato, piuttosto mi svegliavo alle 4 del mattino e iniziavo a mettermi per strada durante l’albeggiare, che era anche una bella vista.

Potete capire perché io di notte non guiderei. Le strade diventano disabitate e poco circolate e in caso di guasti meccanici le cose si complicano; di giorno, in caso di guasti meccanici troverai sempre qualcuno che ti da una mano per strada mentre di notte il tutto si fa più complicato.

Le strade sono davvero buie e se il farm si ferma in mezzo alla strada potrebbe essere davvero pericoloso.

NB: visto che subito dopo che ho pubblicato l'articolo gente mi ha scritto "e comprarti un navigatore" e " non guidare di notte solo perche' hai sbagliato strada" ci tengo a dire che questo articolo puo' essere letto in un modo piu' ampio rispetto all'aneddoto che ho scritto e sopratutto leggendo di seguito altre ragioni per le quali no guidare. Il concetto e' quello di essere prudenti perche' l'avventura e' bella eio la adoro, ma bisogna farla con testa e ridurre i pericoli.

Le ragioni principali per le quali non guiderei di notte sono:
  1. Strade buie e disabitate
  2. Difficoltà di sistemare guasti
  3. Impossibilità di chiamare aiuto se i cellulari non prendono
  4. Possibilità di creare incidenti se il van/auto si ferma in mezzo alla strada
  5. Presenza di animali notturni che possono attraversare la strada all'improvviso (succedono molti incidenti con canguri che attraversano la strada all'improvviso e se fa bene fanno solo dei danni al van o alla macchina)
  6. Rischio di colpi di sonno dovuti alla stanchezza della lunga giornata
  7. Rischio di colpi di sonno di altri automobilisti che trovi per strada
  8. Attesa al mattino per sistemare eventuali guasti meccanici
  9. Rischio di condizioni metereologiche avverse che di notte possono essere acnora piu' complicate e pericolose (acquazzoni giusto per citarne una)

In questo caso è proprio vero che prevenire è meglio che curare, dunque piuttosto che guidare di notte è consigliabile trovare un area di sosta prima che faccia buio e poi organizzarsi per ripartire presto al mattino anche alle 4.30/5.00 quando inizia ad albeggiare.


Di giorno le strade sono molto più trafficate e per qualsiasi problema generalmente automobilisti, camionisti e contadini sono disponibili nel fermarsi e aiutare con qualsiasi cosa.

Questo articolo potrebbe sembrare banale, ma quando si viaggia per strada in Australia bisogna essere prudenti.

2 commenti:

karimone ha detto...

E con un buon navigatore?

Roberto Voltolina ha detto...

Ciao Karimone, il concetto dell'articolo non e' avere o meno un navigatore per non sbagliare strada...ma e' il fatto che di notte si gestiscono con piu' problemi gli imprevisti :)

Contattami subito per una consulenza gratuita!

Nome

Email *

Messaggio *