I 3 post più popolari

giovedì 4 giugno 2015

I pro e contro di fare la ragazza alla pari in Australia

Il lavoro come aupair - ragazza alla pari in Australia presenta lati positivi e lati negativi, diversi per ognuno di noi, ma in linea di massima io la nostra Francesca li ha suddivisi come potete leggere di seguito.

Partiamo dai "difetti" che può presentare il lavoro di ragazza alla pari, perché come già spiegato in precedenti articoli sul perché fare la aupair, tutto varia da famiglia a famiglia:
  • lo stipendio non è elevato, e spesso le ore di lavoro sono tante;
  • la sveglia è quasi sempre ad orari improponibili (per me) perché i bambini si svegliano prima che sorga il sole;
  • vivrete tutto il peggio dell'essere un genitore, ma senza esserlo realmente. Il che implica un minore potere, ma tutte le stesse problematiche;
  • molte volte verrete trattati male dai bambini, soprattutto all'inizio, perché tanto voi siete solo i babysitter;
  • spesso dovrete badare ai piccoli, pulire la casa, cucinare, e mostrare sempre un ampio sorriso;
  • se avete qualche piccolo vizio, chiaramente vi toccherà evitare. Il che è anche positivo per la vostra salute;
  • i giorni in cui non lavorate, non dormirete comunque, perché ci sarà qualcuno che urla per tutta la casa.

In compenso però avrete tanti, davvero tanti aspetti positivi lavorando come aupair in Australia:

  • una camera singola privata, in una casa con una famiglia del luogo, spesso un bagno privato;
  • una famiglia su cui contare, che vi starà vicino, e vi aiuterà. Se siete fortunati avrete modo di essere coinvolti nella loro vita e potrete fare esperienza del luogo, delle abitudini, e conoscere un gran numero di persone;
  • cibo incluso, il che è importante in un paese come questo, dove andare al supermercato comporta un salasso ogni volta;
  • generalmente avrete molte ore libere nel corso della giornata, per poter andare in spiaggia, passeggiare, rilassarvi, esplorare, e volendo anche cercare un secondo lavoro;
  • le ore che passate coi bambini vi permetteranno di stare all'aperto, al parco, in spiaggia, in giro per la città, ecc. E di conoscere un sacco di persone;
  • ci sono sempre un sacco di altri aupair con cui fare amicizia;
  • superata la diffidenza iniziale, i bambini diventeranno (spesso) delle creature adorabili che vi farà piacere vedere anche nel tempo libero, a piccole dosi, e di cui, volenti o nolenti, vi innamorerete;
  • non siete i genitori, il che implica che nel momento in cui il bambino diventa ingestibile, ha un serio problema, è weekend o notte, non è più vostra responsabilità; 
  • imparerete a conoscere lati di voi stessi che non immaginavate neanche di avere;
  • imparerete a gestire una casa, migliorerete la lingua, e imparerete un lavoro.
Insomma, partendo sempre dal presupposto che l'amore per i bambini è la base per poter fare questo lavoro, altrimenti lo odierete, valutate un po' voi. Di mio posso dire che, tutto considerato, non è poi così male. 

Grazie a Francesca che con questi 4 articoli che ha scritto per il blog ci ha dato una bella visione di questa opportunità che si può trovare in Australia e che a quanto pare sembra avere tutti i lati positivi per poter essere presa seriamente in considerazione come approccio alternativo al classico lavoro come cameriere/a. Se ve li siete persi, leggete anche i seguenti articoli:

Nessun commento:

Contattami subito per una consulenza gratuita!

Nome

Email *

Messaggio *