I 3 post più popolari

venerdì 24 agosto 2018

Curriculum australiano per lavori in Hospitality

La ricerca di qualsiasi lavoro parte sempre dalla redazione di un curriculum e sembra banale, ma l'insuccesso nel trovare un lavoro dipende spesso e volentieri proprio da un pessimo CV.

Un'altra premessa che ci tengo a fare è che non esiste un format unico da utilizzare, ma nel corso degli anni posso dire che in base alla mia esperienza c'è un modello che è risultato migliore di altri.

Foto durante la Waiters Race 2012 di Ipswich (QLD)
durante Italian Week www.italianweek.com.au
Grazie al mio lavoro di Student Counsellor presso le Education Agency e attraverso gli anni di lavoro su questo blog, sono stato in contatto con almeno 300 persone che direttamente mi hanno chiesto consiglio su come scrivere un CV.

Il format che propongo è valido per i lavori nell'Hospitality, quindi per lavori come:
  • cameriere,
  • runner,
  • kitchen hand,
  • cuoco,
  • aiuto cuoco,
  • pasticciere, 
  • etc.

Ultima premessa: il format europeo in Australia non si usa, perché lo dice la parola stessa che è un formato per l'Europa. Poi aggiungo anche che personalmente non lo utilizzerei neanche in Europa perché è un modello che standardizza i candidati e che fa diventare lungo 5-6 pagine il curriculum!

In fondo l'obiettivo del CV non è quello di farsi assumere, ma di guadagnarsi una opportunità per fare un colloquio dove in quel momento davvero ci si giocano le proprie possibilità di prendere il lavoro.


Ma tornando al format che propongo a chi cerca lavoro nell'Hospitality in Australia, gli elementi essenziali sono:
  1. Contatti personali (email e mobile number) bene in vista nella parte iniziale del CV;
  2. Disponibilità di giorni e orari per i turni di lavoro;
  3. Competenze principali ben in vista ancora prima di elencare le esperienze di lavoro;
  4. Certificati o licenze ancora prima di elencare le esperienze di lavoro.
Già mettendo in evidenza questi primi 4 elementi, un datore di lavoro dando una veloce occhiata al CV comprende cosa effettivamente sa fare un candidato.

Successivamente si elencheranno in modo sintetico le esperienze di lavoro indicando in grassetto e maiuscolo la mansione svolte (esempio: Waiter/Waitress) e il periodo di lavoro. Poi si indica il luogo e il nome del ristorante.

NB: in un CV per l'Hospitality è inutile scrivere esperienze di lavoro non inerenti o troppo specialistiche come (ingegnere, ragioniere, etc.).

Il CV si conclude elencando le proprie qualifiche, senza dare troppo risalto se si hanno 3 lauree poiché anche in questo caso se non sono rilevanti per il lavoro che si sta cercando è meglio ometterle.

Infine si possono dare delle informazioni sul proprio livello di inglese e sulle proprie passioni, meglio se inerenti al mondo della cucina o vini per esempio. 

Vuoi ricevere il modello di CV per l'Hospitality in formato Word da modificare facilmente? 

Scrivimi a roberto@studychoiceaustralia.com e te lo invierò immediatamente.

Nessun commento:

Contattami subito per una consulenza gratuita!

Nome

Email *

Messaggio *