I 3 post più popolari

venerdì 10 maggio 2013

Come scrivere un curriculum per cercare lavoro in Australia

Ricevo spesso email da persone che chiedono consigli sulla ricerca di lavoro in Australia, trovandosi ancora al momento in Italia o in Europa. Nonostante abbia già scritto degli articoli che potete trovare alla sezione "lavorare in Australia", vorrei puntualizzare un fattore che secondo me è fondamentale quando si intende cercare lavoro in Australia: il vostro CURRICULUM.

Sia che vi troviate già in Australia, sia che siate ancora in Italia o altrove, non sottovalutate l'attenzione che dovete dare al vostro curriculum. Trattandosi del vostro biglietto da visita, cercate di curarlo nei minimi dettagli e non lasciare nulla al caso. 

Prima di tutto, NON USATE IL FORMATO EUROPEO!! Lo dice la parola stessa, quindi non mi dilungo più di tanto.

Seconda cosa, a mio avviso il CV deve rappresentare chi siete, dunque anche in fase di decisione del layout da utilizzare metteteci del vostro. Se siete persone creative, stupite il lettore con qualcosa che dimostri la vostra creatività. Se siete persone metodiche e ben organizzate, dimostratelo nel vostro curriculum. Non fatevi ingabbiare da schemi predefiniti, e non copiate layout in giro per Internet perché il risultato sarà che il vostro curriculum diventerà nient'altro che uno dei tanti CV che capiteranno sulle scrivanie o sugli schermi dei direttori risorse umane.

PRIMO CONSIGLIO: Ci sono informazioni necessarie, e altre che è bene inserire solo se rilevanti.

Di sicuro le seguenti informazioni non devono mancare:

1) Dettagli personali
  • Nome e cognome
  • Indirizzo
  • Numero di telefono
  • Indirizzo email
  • Disponibilità (full time/part time/casual/immediata/etc)
  • Tipologia di visto a disposizione (eventualmente questa informazione può essere messa nella cover letter)
  • FOTO (io personalmente aggiungo sempre una foto, non la classica foto tessera tristissima. Ma una foto che mi rappresenta: sorridente, felice, sereno in un ambiente nel quale mi sento a mio agio. Mi piace il mare quindi nello sfondo c'è dell'acqua).
2) Qualifiche/Esperienze
  • Campi di esperienza e anni di esperienza (per esempio: Marketing 3 anni, Amministrazione 2 anni, Customer Service 5 anni)
  • Punti di forza (per esempio: attenzione per i dettagli, capacità di lavorare sotto pressione, ottima gestione del tempo)
  • Attestati o qualifiche particolari (solo se rilevanti, altrimenti aggiungerle al punto 5)
3) Breve descrizione di se stessi
  • In breve, non più di 10 righe potete scrivere delle frasi ad effetto che rispecchiano la vostra personalità e professionalità.
4) Esperienze di lavoro: Elencate dalla più recente le vostre esperienze inserendo:
  • Dove - per esempio: Electra Spa, Milano (Italia)
  • Posizione ricoperta - per esempio: Direttore Vendite
  • Quando - per esempio: Febbraio 2009 - Marzo 2010 (13 mesi)
  • Responsabilità principali - per esempio: gestione staff di 5 persone, pianificazione vendite, analisi vendite
  • Obiettivi raggiunti - per esempio: incremento delle vendite regionali del 5% dal 2009 al 2010
5) Qualifiche: elencare dalla più recente le qualifiche ottenute inserendo:
  • Corsi professionali
  • Lauree
  • Diplomi
6) Conoscenze linguistiche: elencare le proprie conoscenze linguistiche supportandole con attestati ufficiali o descrivendo dove e quando si è utilizzata la lingua. Per esempio: conoscenza della lingua inglese di livello avanzato (dal 2007 al 2009 ho vissuto, studiato e lavorato a Londra).

7) Conoscenze informatiche: questa è la classica voce che è meglio lasciare vuota nel caso in cui si voglia scrivere conoscenza del pacchetto Microsoft office, Internet explorer e cose del genere. Ormai queste conoscenze sono date abbastanza per scontate! Ma se sapere usare piattaforme blog, programmi di grafica, editor video, editor foto e programmi simili, anche se ad uso personale, inserite le vostre conoscenze nel vostro curriculum

8) Referenze: visto che mandate un colloquio dall'altra parte del mondo, un nome e un numero di telefono non sono sufficienti. Dunque impegnatevi a farvi fare delle referenze scritte che potete allegare al vostro curriculum.

Una volta che il vostro curriculum in inglese sarà pronto, l'ideale sarebbe farvelo correggere da una persona di fiducia. Non c'è niente di peggio che scrivere "livello di inglese ottimo" e poi inserire errori grossolani che fanno perdere credibilità.

SECONDO CONSIGLIO: adattate il vostro curriculum a seconda del lavoro che state cercando! Se cercate un lavoretto in un ristorante o bar, riassumete il più possibile il vostro CV dando spazio alle esperienze rilevanti per la posizione di lavoro che state facendo l'applicazione. Una o al massimo due pagine, non di più. Se invece state cercado "lavori più seri", allora il numero di pagine può anche passare a 3-4 se avete esperienze di lavoro degne di essere scritte. Ovviamente, se state cercando lavoro in amministrazione, non c'è bisogno di elencare i vostri 10 lavori fatti d'estate come cameriere poiché non rilevanti. Ma piuttosto date spazio ai vostri tirocini o a qualsiasi esperienza dalla quale si possa dedurre una certa professionalità in amministrazione.

TERZO CONSIGLIO: preparatevi 2-3 versioni del vostro CV a seconda delle tipologie di lavoro che potreste cercare. Dunque avrete un CV da battaglia (semplice e conciso), un CV professionale (elaborato, preciso e professionale) un CV dettagliato (curato nei particolari, ricco di informazioni e referenze).

QUARTO CONSIGLIO: preparatevi anche delle cover letters o lettere motivazionali nelle quali spiegate perché siete interessati al lavoro e dite perché voi sareste adatti al lavoro in questione. Nella cover letter non ripetete informazioni presenti nel CV, ma piuttosto prendete l'offerta di lavoro e rispondete punto per punto a ciò che il datore di lavoro sta cercando. Cercate di mostrare come le vostre esperienze, qualifiche e personalità siano in linea con quelle ricercate dal datore di lavoro.

QUINTO CONSIGLIO: non scrivete cazzate nel CV! Scrivendo cose false potete anche arrivare a fare un colloquio o una prova, ma poi di sicuro non la passate perché la maggior parte delle volte avete a che fare con gente esperta che capisce in un secondo che avete detto delle cazzate. Dunque, per non perdere tempo voi e chi vi sta di fronte, siate onesti e sinceri che alla fine pagherà! Un comportamento diverso sia a non giovare a voi, non è di aiuto per chi verrà dopo di voi, magari più preparato, perché diffonderà diffidenza nei datori di lavoro che indirizzeranno la loro ricerca altrove.

Fatemi sapere se aggiungereste qualcos'altro a questo articolo Grazie mille!


4 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao io sono una neo laureata (in lingue e letterature straniere), ho 22 anni e ad essere onesta di lavori ne ho svolti ben pochi. Poca esperienza, tanto studio e stage scolastici e universitari, A questo punto mi chiedevo, come valorizzare un curriculum che mostra che so 'più teoria che pratica'? Come giustificare la mia poca esperienza e i lavoretti occasionali svolti? Grazie in anticipo.
Shirin

Roberto ha detto...

Ciao Shirin,

Per valorizzare un CV privo di molte esperienze pratiche ma tanti lavori occasionali, probabilmente nella lettera motivazionale quando fai l'application per un lavoro devi cercare di colpire il datore di lavoro con la tua energia, determinazione e facendogli capire che nonostante la poca esperienza sei la persona adatta che sta cercando, rispondendo per filo e per segno ai requirements della sua offerta di lavoro!

Anonimo ha detto...

In Australia nessuno mette la foto sul CV. A meno che non si vada a lavorare in un'agenzia di moda... Non si mette mai alcuna informazione personale, neanche la data di nascita. Così il chi assume non viene influenzato da età, aspetto fisico, situazione familiare.

Roberto Voltolina ha detto...

Sul mettere o meno la foto, non sono d'accordo sul non metterla a meno che non sia una agenzia di moda...

Mettere o non mettere la foto nel cv è una decisione personale.

Credo fortemente che il curriculum rappresenti l'espressione di se stessi e sta ad ognuno di noi comunicare ciò che vuole al recruiter.

Tendenzialmente forse la foto non si mette...ma ho trovato in molti colloqui di lavoro persone che avevano apprezzato la mia foto in quanto gli aveva trasmetto che ero una persona solare e positiva...

Contattami subito per una consulenza gratuita!

Nome

Email *

Messaggio *